Resoconto della conviviale del 30 maggio 2023

Nella splendida cornice di Villa “Le Magnolie” a Gaggio di Castelfranco Emilia, ospiti del nostro socio Mario Gambigliani Zoccoli, abbiamo trascorso una bellissima serata all’insegna dell’aceto balsamico.
Aprendo la conviviale, il Presidente Enrico Lupi ha ricordato la bella trasferta della settimana scorsa a Vignola per l’Interclub col Rotary Club di Vignola, Castelfranco Emilia e Bazzano ed ha salutato i presenti, numerosi, certamente attratti dall’interesse per la serata, in un luogo familiare a tutti e certamente molto
attraente.
Ma prima di passare la parola al relatore, il Presidente ha dato luogo a due importanti cerimonie rotariane: la spillatura di una nuova socia e la consegna di un attestato di merito. E’ entrata a fare parte del nostro Club l’Avv. Rosanna Orlando, di cui Eugenio Boni, socio presentatore, ha letto un breve curriculum, ricordando che Rosanna è nuora del nostro indimenticato socio Odoardo Ascari, già Presidente del Club nell’annata rotariana 1965-1966. Rosanna Orlando ha poi letto il giuramento
del rotariano ed è stata spillata dal Presidente. La seconda cerimonia è consistita nella consegna di un Attestato di Merito conferito al nostro Club per l’annata rotariana 2021-2022 dall’allora Governatore Stefano Spagna Musso, in quanto abbiamo conseguito uno dei tre obiettivi dell’annata: Enrico lo ha con piacere consegnato a Silvia Menabue, Presidente dell’annata 2021-2022.
Ha poi preso la parola il padrone di casa e relatore della serata Mario Gambigliani Zoccoli, che ci ha parlato di “Turismo balsamico: una risorsa per tutto il territorio”.
Mario è Presidente del Consorzio Produttori Antiche Acetaie, il Consorzio storico del Balsamico Tradizionale, Presidente dell’AED, Associazione Esperti Degustatori per il Balsamico Tradizionale, ed infine Presidente di ABTM Servizi Srl, uno dei due centri pubblici d’imbottigliamento autorizzati dal MASAF il Ministero dell’Agricoltura. Ha iniziato ad assaggiare quando aveva 14 anni ed il prossimo anno
celebrerà le nozze d’oro con il Balsamico.
In modo brillante e molto appassionato, Mario ci ha fatto scoprire molti aspetti inerenti il mondo dell’Aceto Balsamico “Tradizionale” di Modena D.O.P. (ABTM), sconosciuti anche alla maggior parte di noi modenesi, partendo dalla enunciazione che Modena è la capitale mondiale dell’Aceto avendo la fortuna di avere due Aceti Balsamici; il primo è l’Aceto Balsamico di Modena IGP (ABM) quello commerciale,
industriale e destinato principalmente alla grande distribuzione. Il secondo invece è quello Tradizionale, quello delle storiche famiglie modenesi, che viene invecchiato minimo 12 anni per il prodotto più giovane, ma anche oltre 25 anni per il prodotto Extra Vecchio. Tra i due Aceti Balsamici, spesso confusi sul mercato, si è creata nel tempo una perfetta e positiva sinergia.
Grazie alle enormi quantità di ABM, certificate dagli industriali nel 2022 pari a 100 milioni di litri, ogni anno partono da Modena, con destinazione ogni possibile punto del mondo, 7/800 milioni di bottiglie sulle cui etichette figura il nome Aceto Balsamico collegato alla parola Modena. Per cui per un turista parlare di aceto balsamico vuole dire Modena, come parlare di gondola vuole dire Venezia
Ogni giorno dell’anno arrivano a Modena turisti gastronomici che, spinti dall’immensa notorietà dell’ABM, vogliono visitare le storiche acetaie di ABTM come quella del nostro socio Mario, posta nei sottotetti della villa storica di famiglia a Gaggio in Piano.
Mario ci ha anche intrattenuto raccontandoci il percorso storico e commerciale dell’ABTM, avviato all’inizio degli anni ’80, sempre fortemente collegato a quello della sua famiglia di origine, ricchissimo di ricordi e simpatici aneddoti; percorso collegato anche alla vita di Mario e della sua famiglia che lo ha sempre supportato nello sviluppare questa storica passione fino a farla diventare nei primi anni 2000 il
proprio unico lavoro.
Dopo decine di anni d’incubazione, dovuto al lunghissimo invecchiamento previsto dalla normativa dell’ABTM, oggi Mario ha raggiunto con la propria piccola azienda agricola una posizione di primo piano nel mondo dell’ABTM. Infatti da oltre 8 anni l’Acetaia Gambigliani Zoccoli è la prima produttrice di ABTM, arrivando nel 2022 a produrre quasi il 19% di tutto l’ABTM confezionato a Modena; ha oltre 1500 barili
propri ma gestisce più di 7000 barili come consulente presso le abitazioni di oltre 200 famiglie modenesi e presso le azienda di 30 produttori, che si affidano alle competenze dell’ acetaia per la gestione delle proprie storiche botti. Infine con l’ingresso in azienda di Giorgio, il primogenito, la cui passione balsamica scorre nelle vene, è stata avviata, con grande soddisfazione, una terza attività legata all’accoglienza turistica come azienda enoturistica, ma solo ed unicamente se inerente la conoscenza del Balsamico.
La relazione si è conclusa con la degustazione dei due ABTM e con la spiegazione sull’uso ed abbinamento gastronomico con il ricchissimo e vario menù che abitualmente viene proposto ai turisti in visita.
Al termine della serata, dopo la cena, abbiamo avuto la possibilità di visitare la splendida acetaia, dove Mario conserva il suo tesoro.

Un caro saluto
Claudio Colombi

Copyright © 2017 Rotary Club Modena.